“…un dettaglio non è fatto per essere notato. Ma per essere scoperto.” 🌼
Proprio come ho scoperto questo libricino, piccolo ed essenziale che non sgomitava tra le centinaia di volumi per l’infanzia presenti nella mia libreria, ma se ne stava lì buono e speranzoso, in attesa del suo turno per essere finalmente sfogliato. 😍

Premetto che, per me, non è stato facile scrivere di questo albo.
L’ho letto e riletto, maneggiato, accarezzato, annusato, accantonato e poi ripreso in mano.
Non perché non mi piacesse, al contrario… mi chiedevo se potessi essere in grado di parlarne senza mancargli di rispetto. 😕😅
Un libro forte e potente ma allo stesso tempo fragile, tanto da temere, con le mie parole, di rompere la poesia racchiusa al suo interno, come una grandinata improvvisa distrugge l’armonia dei campi di grano in estate. 💦⛈🌬

“Gli uccelli” di Germano Zullo con le illustrazioni di Albertine, edito da TopiPittori si avvicina tantissimo ad un “silent book”, libro in cui il racconto si sviluppa solamente attraverso illustrazioni e immagini. 👀👥 
Il testo, che considero un componimento poetico, in realtà c’è, ma è semplice e didascalico e non necessita di fronzoli e merletti per arrivare al lettore. 😉🤩

Trama

La storia è presto detta: in mezzo ad un vasto e torrido deserto si aggira un furgoncino scassato e vecchiotto. 🚗 Mi pare di sentirlo arrivare, in lontananza, tra le dune calde e rotonde.
Dal veicolo scende un uomo panciuto, fasciato nella sua salopette in jeans… forse un po’ troppo stretta per lui! 😅 Pare sapere il fatto suo: apre le porte del camion e libera in cielo uno stormo di uccelli colorati. 🐦🦆🦅 Ma quando sta per richiudere le porte ed andarsene… ecco, in fondo al buio del suo camion, due piccoli occhietti luminosi. 👀 

È rimasto un minuscolo merlo nero, che non sa volare. L’uomo gli si siede vicino, lo incoraggia, gli insegna come sbattere le ali, condivide la sua merenda…insomma si dedica a lui con amore! 🧡 Finalmente il merlo si libera in cielo e raggiunge i suoi simili. Ha appena imparato a volare eppure si mette a comando dello stormo e inverte la rotta. Torna indietro a riprendere il suo amico umano e lo porta a godere insieme dell’immensità del cielo e dell’ebrezza del volo. 🤩

Poteva essere una giornata banale eppure quel piccolo merlo ha cambiato la routine monotona dell’uomo panciuto. 😊

Giudizio

I colori giallo, azzurro e rosso sono predominanti ma ciò che cattura il lettore sono i tratti di matita che regalano alle espressioni del protagonista e ai movimenti del suo piccolo amico realismo e dolcezza, riempiendo un’ambientazione altrimenti spoglia e minimalista.

È un albo molto tenero che parla dell’importanza che hanno i dettagli, anche se piccoli e all’apparenza insignificanti, perché “un solo, minuscolo dettaglio, può cambiare il mondo”.

Personalmente ho percepito la volontà degli autori di ricordare al lettore la necessità di tirare fuori dal nostro “camion di belle cose”, anche quelle un po’ più piccole, scure e imperfette che se curate e migliorate con pazienza, possono portarci a volare alto nel cielo, liberi e felici. 🤗☀️☁️✨

Il libro in una parola: SILENZIOSO
Età consigliata: da 3 anni


Gli uccelli

Germano Zullo, Albertine

  • PAGINE 72
  • ANNO 2015
  • ISBN 978-8889210543
  • EDITORE TopiPittori

TAGS